Il Soccorso rischia di andare sempre più in crisi.

Coordinamenti e Segreterie Provinciali Vigili del Fuoco Ancona. CGIL – CISL – UIL

Non è certo la prima volta che i Vigili del Fuoco rimangono vittime, insieme agli ignari cittadini, dei giochini di “potere” della Dirigenza del Corpo che si assume degli impegni che puntualmente dissattende!

Il soccorso nel Comando dei Vigili del Fuoco di Ancona è a rischio perché il riassetto operativo a cui il Comando è stato obbligato, a seguito della scelta operata dalla stessa Amministrazione sula ricostruzione dela sede,ha determinato lo spostamento di uomini e mezzi in diverse sedi rendendo così l’attività di soccorso più difficile e meno efficace. I vertici del Corpo avevano “promesso”, assumendosi precisi impegni, cose che oggi sembra vogliano rinnegare!

Se è vero infatti che il progetto elaborato dalle scriventi unitamente al Comandante Provinciale e presentato già due anni fa al Capo del Corpo, che lo ha pienamente condiviso, prevedeva un importante supporto da parte del centro per gestire il particolare momento della ricostruzione della sede, attraverso l’attribuzione di ore straordinarie utili a rinforzare il dispositivo operativo e mantenere così un livello del soccorso accettabile, oggi viene quasi completamente disatteso! Scelta questa irresponsabile e promesse da marinaio, ci verrebbe da dire!

Se questo orientamento verà confermato e non si troveranno quindi soluzioni complementari, come ad esempio il trasferimento a costo zero di personale operativo fuori sede, o risorse economiche aggiuntive per gli straordinari per aumentare così l’organico, è chiaro che oltre ad aumentare il rischio per gli operatori Vigili del Fuoco costretti ad affrontare gli interventi con meno personale, vi sarà anche una contrazione del livello di sicurezza per i cittadini di cui gli stessi è bene siano informati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *