VILLA SERENA JESI – LA CGIL soddisfatta per la scelta del Gruppo Petruzzi di procedere alla riassumere la ex cuoca licenziata lo scorso 8 agosto 2016

20/07/2017 – A seguito dell’ esternalizzazione della cucina di Villa Serena, decisa dalla nuova proprietà della Casa di Cura Villa Serena di Jesi, all’allora cuoca responsabile del servizio Santina GIULIANI (madre di famiglia di circa 55 anni) fu notificato il licenziamento in tronco per giustificato motivo oggettivo essendo stata ritenuta dall’azienda non ri-utilizzabile nel ciclo produttivo interno della struttura, neppure con mansioni e qualifiche inferiori, alle quali la stessa lavoratrice si era detta disponibile pur di mantenere il proprio posto di lavoro.

Di qualche giorno fa la notizia, appresa dai legali della lavoratrice Prof. Avv. Antonio DiStasi e Avv. Alessandro Giuliani di Ancona, della decisione aziendale di procedere alla riassunzione della lavoratrice con mansioni di addetta alle pulizie presso la struttura di Jesi.

Una scelta di buon senso, quella del Gruppo Petruzzi, secondo Alberto Beltrani, segretario regionale Fp Cgil Marche, <capace di porre fine al contenzioso giudiziario giudicata molto favorevolmente dalla FP CGIL, che chiude, definitivamente la questione>.

Lunedì 24 luglio, Santina tornerà dunque, a testa, alta al proprio posto di lavoro.

Un grande risultato, oltre che per la lavoratrice, anche di tutta la FP CGIL, un sindacato sempre dalla parte giusta, sempre accanto ai propri lavoratori per i diritti e la giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *