VENERDì 26 MARZO #NODELIVERYDAY: FERMIAMO GLI ORDINI DALLE PIATTAFORME, PER I DIRITTI DEI RIDER!

24/03/2021 – Venerdì 26 marzo in tutta Italia i rider delle piattaforme di delivery si fermeranno per rivendicare più diritti e più tutele. Nella provincia di Ancona ad operare attraverso l’utilizzo dei rider sono due delle grandi piattaforme, Glovo e Deliveroo, per un totale di un centinaio di ristoranti e attività localizzate per la gran parte nel capoluogo, ma anche nei centri più grandi.

In questi lunghi mesi di pandemia, i volumi di lavoro e i guadagni per le piattaforme sono aumentati, a fronte però del netto peggioramento delle condizioni dei lavoratori, che hanno dovuto affrontare ritmi elevatissimi, spesso causa di incidenti anche mortali.

I rider sono considerati lavoratori occasionali e come tali non hanno diritto alle ferie, alla malattia, alla tredicesima, al TFR, all’indennità di lavoro notturno e a tutti gli altri diritti e tutele minimi tipici dei lavoratori dipendenti.

Per mesi le richieste di confronto da parte dei sindacati confederali e delle Union dei Rider sono state ignorate e le piattaforme hanno scelto di sottoscrivere un contratto pirata con un sindacato non rappresentativo. Eppure già da tempo la giustizia italiana ha sancito in più occasioni che l’attuale sistema di inquadramento dei rider è ingiusto.

La trattativa nazionale con Just Eat dimostra che ci sono altre strade percorribili, strade che vanno nella direzione di un’equa retribuzione, diritti, sicurezza sul lavoro: in altre parole verso un vero e proprio contratto collettivo firmato dai sindacati più rappresentativi.

Per tutte queste ragioni Nidil Cgil di Ancona sostiene la mobilitazione e invita i cittadini, in solidarietà ai rider, a non effettuare, in quella giornata, nessuna ordinazione dalle piattaforme di delivery.

Le nostre richieste sono:

  • Una retribuzione oraria regolamentata da un CCNL con conseguente abolizione del cottimo
  • Diritti e tutele in materia di salute  e sicurezza sul lavoro
  • Diritti previdenziali e diritto alle ferie, alla malattia, alle mensilità aggiuntive e al TFR
  • Diritti sindacali

E’ fondamentale far arrivare un segnale forte affinché le piattaforme riconoscano i diritti e le tutele dei rider, per una società più giusta ed inclusiva!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *