CGIL E FIOM ANCONA SU INCIDENTE CANTIERE ANCONA: “TROPPI INFORTUNI SUL LAVORO , ATTIVARE I CONTROLLI”

14/01/22 – Cgil e Fiom Cgil Ancona esprimono preoccupazione per l’infortunio sul lavoro accaduto ieri al cantiere ex Isa, oggi Palumbo,  di Ancona: un operaio di 60 anni è caduto da un ponteggio e versa in gravi condizioni di salute. Nell’attesa che la magistratura chiarisca quanto accaduto, la Fiom Cgil di Ancona fa notare che non è il primo incidente sul lavoro verificatosi all’interno dell’azienda: infatti, alcuni anni fa, un giovane lavoratore aveva perso la vita proprio cadendo da un ponteggio e a tutt’oggi la vicenda giudiziaria è aperta con la stessa Fiom costituitasi parte civile nel processo. 

Ma c’è anche dell’altro da sottolineare. Dichiara Tiziano Beldomenico, segretario generale Fiom Cgil Marche: “Ad ottobre scorso, è stato eletto, con regolari elezioni, il rappresentante della sicurezza per i lavoratori, che però, l’azienda non ha mai riconosciuto né tantomeno formato, nonostante le ripetute sollecitazioni della Fiom”. Per questi motivi, “è importante che gli organismi competenti svolgano approfondite verifiche sul caso affinchè si metta fine agli infortuni all’interno del cantiere navale”.

Secondo Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona, “occorre fermare questa serie infinita  d’infortuni  in costante aumento. E’ necessario attivare maggiori controlli specie in alcuni settori come quello metalmeccanico dove l’incidenza di questi episodi è notevole. Alle istituzioni chiediamo risorse e organici adeguati per svolgere tutti i controlli del caso”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *